Top & Flop di Bisceglie - Catanzaro

03.03.2019 23:27 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 598 volte
Fonte: Tuttoc.com
© foto di Andrea Rosito
Top & Flop di Bisceglie - Catanzaro

Il Bisceglie firma l'impresa del ventinovesimo turno del Girone B e infligge al Catanzaro la prima sconfitta nel girone di ritorno. I pugliesi ringraziano Triarico, autore del gol vittoria che vale tre punti e una seria ipoteca sulla permanenza nella categoria. La partenza del match promette subito bene, tanto che nel primo quarto d'ora sono almeno tre le palle gol da mettere a referto: al 7' è Longo a sfiorare il vantaggio di testa sugli sviluppi di un corner, sul fronte opposto il Catanzaro si fa vedere con Riggio e soprattutto col diagonale di Bianchimano, chiuso dalla respinta coi piedi di Cerofolini. Col passare dei minuti il ritmo cala ma le due squadre non rinunciano ad attaccare senza troppi calcoli e il finale di frazione si accende di nuovo. Al 38' è Triarico a spaventare Elezaj con un tiro-cross mancino che sfiora il palo  mentre, al 44', Cerofolini vola alla sua sinistra per togliere dall'angolo una punizione insidiosa di D'Ursi. Al rientro dall'intervallo, è la squadra di Vanoli ad uscire dagli spogliatoi con il dente avvelenato e, dopo aver spaventato Elezaj con Jovanovic e Starita nel giro di pochi secondi, i nerazzurri trovano il gol. È il 55' quando Risolo apre sulla destra per l'inserimento del solito Triarico che calcia di prima intenzione al limite dell'area piccola, infilando l'incrocio e battendo l'incolpevole Elezaj. La reazione del Catanzaro è inconsistente e tutta giocata sui nervi. Quelli che saltano a mister Auteri al 75', mentre il Bisceglie mantiene la calma e nel finale va ripetutamente vicino al raddoppio. L'ultima emozione è un tiro di D'Ursi respinto da Cerofolini in pieno recupero, poi, al fischio finale, parte la festa dei giocatori di casa sotto la tribuna. Questi i nostri top e flop dell'incontro.

TOP
Vittorio Triarico (Bisceglie): una spina nel fianco continua per la difesa del Catanzaro. Favalli non riesce mai a leggere in anticipo i suoi inserimenti e lui ne approfitta per compiere autentiche scorribande sulla fascia destra, sfiorando il gol nel primo tempo e trovandolo in avvio di ripresa con una prodezza balistica. DEVASTANTE

Eugenio D'Ursi (Catanzaro): l'ex più atteso ce la mette tutta per dare un dispiacere al pubblico che lo ha applaudito nella passata stagione. In un contesto estremamente deludente come quello giallorosso odierno, è l'unico a creare pericoli alla porta di Cerofolini, sia quando si mette in proprio, sia quando ispira le iniziative dei compagni. OSTINATO

FLOP
Nessuno tra le fila del Bisceglie: prestazione ai limiti della perfezione per i nerazzurri, capaci di concedere poco e niente al secondo miglior attacco del girone e di andare più volte vicini al raddoppio nel finale. L'unico neo, forse, è proprio la mancanza di freddezza nel momento clou della gara. SPIRITO DI SQUADRA

Alessandro Favalli (Catanzaro): perde nettamente il confronto diretto con Triarico anche perché non viene mai aiutato dai compagni. Nel complesso estremamente insufficiente della squadra di Auteri, è quello che paga per primo e viene sostituito dopo meno di un'ora di gioco. TRAVOLTO