Auteri dopo la vittoria con la Sicula Leonzio "È stata la partita che mi aspettavo. Abbiamo avuto il giusto atteggiamento restando sempre equilibrati"

Il tecnico analizza la vittoria con i siciliani che porta i giallorossi in vetta alla classifica
16.09.2019 00:09 di Maurizio Martino   Vedi letture
Auteri dopo la vittoria con la Sicula Leonzio "È stata la partita che mi aspettavo. Abbiamo avuto il giusto atteggiamento restando sempre equilibrati"

Un Auteri certamente soddisfatto quello che si presenta in sala stampa nel post partita dopo la vittoria con i bianconeri siciliani. Soddisfazione dovuta non tanto per il fatto di essere in testa alla classifica, quanto per la continuità espressa nel gioco e nel giusto atteggiamento per l'intero arco del,a gara. Non era facile superare un avversario arroccato in difesa interamente schierata dietro la linea della lallapalla che di fatto ha giocato solo sulle ripartenze. A questo tipo di partite bisognerà comunque abituarsi quando al "Ceravolo" arriveranno squadre dello stesso livello dei siciliani. 
Gara decisa nel secondo tempo grazie anche ai cambi degli esterni di centrocampo con Di Livio e Favalli che hanno preso il posto di Statella e Casoli entrambi in ombra. Sono state queste le mosse vincenti e il passaggio al 4-2-3-1 ha contribuito a dare una svolta ad una match che col passare dei minuti si stava complicando. Ina volta passato in vantaggio il Catanzaro ha poi giocato sul velluto. Seconda e terza rete hanno di fatto chiuso l'incontro permettendo alle Aquile di balzare solitarie in vetta alla classifica in attesa dell'esito del posticipo tra Bari e Reggo a.
Di seguito le dichiarazioni di mister Auteri:

   
"Ne prendiamo atto del primo posto. Dobbiamo fare analisi. È stata una partita come me l’aspettavo. Loro hanno scelto di chiudersi e non concedere possibilità di break. Non è facile stanare l’avversario. Ci abbiamo provato bene sempre con l’atteggiamento sicuro ed equilibrato. Abbiamo avuto pazienza e siamo stati premiati. Ci potrà capitare di essere perentori e trovare il varco giusto, ma l’importante è essere paziente. Le situazioni le abbiamo create.

Non è facile per nessuno fin quando la partita rimane in equilibrio. Siamo stati bravi nell’economia della gara a trovare le soluzioni più giuste. Abbiamo una rosa ampia. Anno scorso partiti km 0. Bsogna creare blocco. Cerco di coinvolgere tutti. Quanto visto oggi è suscettibile di miglioramento. Peccato per Bisceglie. Giannone è forte, sta entrando bene e sono contento.

Dobbiamo essere bravi a non scendere troppo nei particolari. L’avversario può aspettare tanto. Abbiamo crossato tanto da destra nel primo tempo e alle volte male. Le gare non si vincono con i cambi o con l’atteggiamento di gioco. Sono l’allenatore e conosco le caratteristiche dei giocatori. Non mi piace fare salto nel buio.

Tutto è migliorabile. Sono contento che siamo primi perché l’ambiente ci può dare una mano. Non posso convocare tutti. Potrà capitare a chiunque. Favalli ha preso una botta sulla costola, speriamo niente di grave. Si è fermato questa estate, si è sposato".

Maurizio Martino