Osservatorio "Stadio Nicola Ceravolo". Idee e progetti per la casa dell'U.S. Catanzaro

L’idea è quella di un Osservatorio sullo Stadio “Nicola Ceravolo” di Catanzaro formato da Amministrazione Comunale, U.S. Catanzaro e tifoseria.
09.02.2020 18:24 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
Osservatorio "Stadio Nicola Ceravolo". Idee e progetti per la casa dell'U.S. Catanzaro

Lo stadio “Nicola Ceravolo” di Catanzaro ha da poco tagliato il traguardo dei 100 anni di vita. Il vecchio “Militare”, infatti, è stato inaugurato nel 1919, ovviamente nel corso di tutti questi anni sia la struttura che la zona in cui è sorta è cambiata radicalmente: da zona periferica della città poco abitata ad area densamente abitata, da impianto polivalente con tribune capaci di ospitare poche centinaia di spettatori a stadio da 30mila posti. Il tempo, però, scorre inesorabile e nonostante nuovi lavori strutturali lo stadio della città Capoluogo si “scontra” con problematiche oggettive e difficilmente risolvibili, una su tutte il sistema viario incapace di garantire un flusso ordinato e celere di migliaia di spettatori.

A tal fine Catanzarosport24.it vuole aprire un dibattito pubblico con la tifoseria giallorossa, tifoseria, è bene ricordarlo, che domenicalmente arriva al “Ceravolo” da tutta la Calabria e non solo da Catanzaro città. Riteniamo, quindi, sia giunto il momento di aprire un dibattito serio e costruttivo su cosa si vuole fare del “Ceravolo” anche alla luce di possibili nuovi lavori riguardanti il settore tribuna e, come si spera, di nuovi ambiziosi traguardi sportivi dell’U.S. Catanzaro 1929.

L’idea è quella di un Osservatorio sullo Stadio “Nicola Ceravolo” di Catanzaro. Un Osservatorio formato in primis dai tifosi giallorossi, veri fruitori dell’impianto sportivo cittadino, da architetti, ingegneri e tecnici dell’Amministrazione Comunale di Catanzaro.

Riteniamo che si debba lavorare per step affinchè nel medio periodo Catanzaro e il Catanzaro abbiano una struttura degna della gloriosa storia giallorossa. A tal proposito abbiamo creato un’apposita sezione nel sito denominata “Il Ceravolo”, questa sarà un contenitore di idee e discussioni che serviranno a capire cosa realmente vuole la tifoseria delle aquile per rendere la “seconda casa” dei catanzaresi accogliente, confortevole e perché no, vivibile 7 giorni su 7.

Il primo grande quesito che l’Osservatorio si pone è quello se il “Ceravolo” valga la pena lasciarlo dove si trova o costruirne uno ex novo in altra zona della città trasformando l’attuale “Ceravolo” in un grande Centro Sportivo: la “cantera” del Catanzaro Calcio e delle squadre minori.

Riteniamo che la discussione sullo “Stadio Ceravolo” dev’essere un momento di condivisione e di crescita: società, tifoseria, Amministrazione Comunale, a nostro avviso devono cooperare assieme per il raggiungimento di un obiettivo che soddisfi tutti.

E per queste finalità che pubblicamente lanciamo l’idea di questo gruppo di lavoro in cui U.S. Catanzaro, Amministrazione Comunale, associazioni di categoria, cittadini e tifosi possano confrontarsi per gettare le basi del “nuovo Ceravolo”.

Riteniamo che il problema non sia più rinviabile ma vada affrontato e risolto in maniera definitiva, al fine di evitare soluzioni in deroga e rattoppi inutili e costosi per le tasche dei catanzaresi. Siamo consapevoli di avere al timone della società una proprietà forte che con l’esperienza che sta maturando in ambito calcistico ci porterà al raggiungimento di grandi successi sportivi. Sono finiti i tempi dove l’iscrizione al campionato avveniva con le collette ed è nostra intenzione, come lo è di tutta la tifoseria, tutelare questo grande patrimonio imprenditoriale che abbiamo inseguito per 30 anni. Non vorremmo che i successi sportivi fossero poi messi in discussione dalla “burocrazia” che non ha mai affrontato in maniera costruttiva il problema “Ceravolo”.

Catanzarosport24.it pubblicherà  un resoconto dettagliato delle opere di riqualificazione già realizzate nel corso degli anni e raccoglierà inoltre idee e progetti di tecnici, architetti ed ingegneri, nonchè coinvolgerà le aziende costruttrici per un progetto e costi per la costruzione di un nuovo stadio, il nuovo "Ceravolo".

Chiunque volesse dare il proprio contributo in termini di idee può scriverci a: redazione@catanzarosport24.it