"Il Catanzaro sale in cattedra", tappa odierna presso l'i.c. Patari-Rodari

Nuova tappa del progetto che quest'anno interesserà anche gli i.c. della provincia
29.10.2018 18:06 di Maurizio Martino  articolo letto 287 volte
"Il Catanzaro sale in cattedra", tappa odierna presso l'i.c. Patari-Rodari

Procede speditamente il progetto "il Catanzaro sale in cattedra" che anche per quest'anno è rivolto agli studenti delle quinte classi delle scuole primarie e alle prime delle scuole secondarie di I grado. Ad accogliere i calciatori del Catanzaro Calcio è stato oggi l'i.c. Patari-Rodari. Erano presenti all'incontro i calciatori della squadra Berretti Portolesi Marrocco Culotta e Mercurio accompagnati dal dirigente Avellone.
Il progetto, giunto alla sua terza edizione, è stato ideato e promosso dall'Associazione "Unite ad arte" e dalla testata telematica Catanzarosport24 che è anche il media partner ufficiale. Il coordinamento è affidato alla US Catanzaro, nella persona dell'Avvocato Frank Santacroce, responsabile del controllo di gestione del settore giovanile. "Il Catanzaro sale in cattedra" per la stagione 2018-19 coinvolgerà oltre alle scuole cittadine anche gli i.c. della provincia. Taverna, Girifalco, Soverato, Botricello sono solo alcuni dei comuni in cui si recherà il "caravan itinerante" del progetto. Da quest'anno gli eventi si arricchiranno della presenza di ospiti degli Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) dislocati sull'intero territorio provinciale. Ciò perché oltre che di sport e dei motivi che devono far avvicinare le nuove generazioni ai colori della squadra giallorossa, nel corso dell'intera stagione si parlerà anche di un tema importante per  la crescita dei giovani in età scolastica: l'integrazione. A raccontare la sua esperienza e ad invitare a fare delle riflessioni sull'argomento era presente oggi un ospite della struttura di Girifalco che fa capo, come tante altre del comprensorio, all'associazione "Fondazione città solidale" presieduta da don Pietro Puglisi.
L'incontro odierno, oltre all'intervento del giovane 17nne di origini africane, è stato caratterizzato dalle  solite, immancabili, domande che i bambini hanno rivolto ai quattro ragazzi della Berretti (in assenza di rappresentanti della prima squadra). La manifestazione si è conclusa con l'inevitabile ressa alla caccia di autografi e foto ricordo. I ragazzi della Patari-Rodari potranno assistere all'incontro che il Catanzaro disputerà al Ceravolo il prossimo 17 novembre contro il Rieti. In quell'occasione non mancherà il loro incitamento e il loro entusiasmo che contribuirà senz'altro a dare maggiori stimoli alla squadra allenata da mister Auteri, per contribuire, si spera, al conseguimento dei tre punti.

Maurizio Martino