Andrea Caliò, un Aquilotto in volo

Rientrato a Catanzaro il giovane giallorosso seguito in Serie A
03.06.2017 08:25 di Gea Brescia  articolo letto 3831 volte
Andrea Caliò, un Aquilotto in volo

È rientrato già da qualche giorno, Andrea Caliò, il giovane giallorosso che ha trascorso le ultime due settimane sui campi di Genoa, Fiorentina e Torino, per essere visionato dai responsabili dei rispettivi Settori giovanili. Sembra che le doti tecniche del ragazzo abbiano fortemente impressionato gli osservatori, considerando anche il fatto che Andrea è considerato un ragazzo " di prospettiva" con un fisico già ben definito, asciutto, slanciato, che non gli impedisce di sfruttare una veloce progressione, in azione offensiva. L'Aquilotto ha fatto ciò che gli riesce meglio: ha giocato a calcio, si è divertito, e ha riportato a casa un bagaglio di esperienze importanti. In attesa di "ulteriori sviluppi" ( fa scena, ma nel caso di Andrea Caliò è espressione comunque ben confacente), il ragazzo ha ripreso ad allenarsi con i suoi compagni, è ritornato alla sua vita "normale", anche se di normale, la vita di un giovane calciatore, ha ben poco. In più occasioni abbiamo ribadito, infatti che, quando si sceglie di correre dietro ad un pallone, spesso il conto da pagare è alquanto salato, e più si è giovani, più lievita, ma si sa, sognare è un privilegio di molti, realizzare e mantenere le proprie aspettative è beneficio solo dei migliori.