US Catanzaro, avanti tutta senza altre battute d’arresto

Dopo il ritorno al successo contro la Sicula Leonzio i giallorossi hanno ripreso oggi gli allenamenti con maggiori stimoli in vista della difficile trasferta di Cava dei Tirreni
26.03.2019 19:03 di Maurizio Martino   Vedi letture
US Catanzaro, avanti tutta senza altre battute d’arresto

Morale alto alla ripresa degli allenamenti oggi a Giovino da parte delle Aquile che dopo il ritorno al successo di domenica scorsa hanno ritrovato l’entusiasmo dei tempi migliori. Il periodo di flessione vissuto nell’ultimo mese sembra sia stato superato. La riconquista dei tre punti è senz’altro servita per dare stimoli maggiori ora che ci si appresta a vicere il rush finale di questa stagione, aumentati grazie anche alle battute d’arresto delle dirette concorrenti. Il Catania infatti ha lasciato i tre punti alla Reggina e la Juve Stabia non è riuscita ad andare oltre il pareggio nel posticipo con il Rieti al “Menti”, mentre il Trapani ha osservato il suo turno di riposo. Le partite diminuiscono è vero ma le altre accusano qualche battuta d’arresto, a tutto vantaggio dei giallorossi che, a prescindere, devono cercare di ottenere il massimo dalle prossime 6 gare (Matera esclusa) se vogliono sperare nella possibilità di recuperare almeno qualche posizione in classifica per avere enormi vantaggi in ottica play off. Non sarà facile ma se osserviamo il calendario delle avversarie e se si considera che il Catanzaro dovrà recuperare la partita con la Viterbese (come farà il Catania ma con gli etnei che osserveranno domenica il turno di riposo e saranno costretti a conquistare i tre punti il giorno in cui i giallorossi li otterranno d’ufficio nela gara con il Matera), tutto è ancora da definire nonostante il distacco dal Trapani e più ancora dalla Juve Stabia possa apparire sostanzioso.  

Il bel gioco visto a sprazzi nella partita contro i leontini (specie nel secondo tempo) fa ben sperare anche se alle porte ad attendere il Catanzaro ci sarà un avversario che ha dato spesso filo da torcere anche alle big del campionato, Catanzaro compreso in occasione della partita dell’andata, terminata come si ricorderà 1-1. A proposito di gioco obiettivamente i giallorossi non hanno disputato una gran partita, nonostante il risultato possa far pensare il contrario, in quanto i siciliani hanno dimostrato di essere un buon organico costruito per garantirsi un posto nella griglia play off. La disposizione tattica dei bianconeri, la loro aggressività e il pressing alto, e il fatto di aver visto il Catanzaro un pò contratto dopo le tre precedenti sconfitte, hanno giustificato in parte lo 0-0 dei primi 45’ del match. Era difficile attendersi un Catanzaro dal gioco spumeggiante e spettacolare come erano abituati a vedere i tifosi. Ciò non perché ovviamente i giallorossi abbiano dimenticato come esprimerlo, quanto perché le delusioni delle tre sconfitte consecutive erano ancora presenti nella mente dei giocatori. E’ bastato un episodio (leggi espulsione) per dare ai giallorossi quella spinta e quella verve dimostrata in passato per gestire a piacimento l’incontro specie dopo aver siglato la rete del vantaggio con Signorini che ha concesso il bis dopo il gol segnato al Monopoli in occasione della precedente vittoria dei giallorossi.                                                                                                                                      Unica nota stonata, ma era da mettere in conto, la poca presenza di pubblico sugli spalti (circa 3500 paganti) del “Ceravolo” per la quale lo stesso mister Auteri non ha nascosto la sua delusione al termine della gara. Il capitolo tifosi e il loro attaccamento alla maglia e alla squadra è stato da noi ampiamente trattato in altri articoli, anche se lo stesso meriterebbe ulteriori e approfondite trattazioni.

UN CAFFE’ CON IL MISTER

Giovedì 28 marzo alle ore 18 il bar Chalet del quartiere Siano di Catanzaro ospiterà una nuova tappa di “Un caffè con il Mister” , l’iniziativa voluta dall’US Catanzaro 1929 con lo sponsor Guglielmo caffè che ha come protagonista il tecnico Gaetano Auteri. Un’occasione, per i tifosi, di scambiare due chiacchiere con l’allenatore delle Aquile, porgli delle domande, scattare una foto. Il tutto sorseggiando una tazza di buon caffè in un clima di grande cordialità.

Maurizio Martino