Ultras Catanzaro la coreografia del derby tra le 10 più belle d'Europa

 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 9600 volte
Ultras Catanzaro la coreografia del derby tra le 10 più belle d'Europa

Non è la prima volta che sugli Ultras Catanzaro si poggiano gli occhi di giornali specializzati non italiani. In diverse occasioni i tifosi giallorossi hanno fatto parlare delle loro gesta e del loro attaccamento alla squadra del cuore oltre le Alpi. Ve ne avevamo parlato nel 2013 (clicca qui), quando il giornale specializzato lagrinta.fr aveva classificato la coreografia del quarantennale degli Ultras Catanzaro all'ottavo posto tra le prime 10 tifoserie più belle d’Europa. Assieme agli UC '73, c'erano la curva Fiesole, i tifosi del CSKA Sofia, del Rapid Vienna, gli Ultras Inferno dello Standard Liegi e altri gruppi non solo europei ma anche sudamericani come i Los Guerreros del Rosario Central.  E ancora una volta lagrinta.fr (clicca qui) ha deciso di premiare la tifoseria giallorossa tra le prime 10 d’Europa della scorsa settimana. La coreografia è quella andata in scena nel derby contro il Cosenza. “Quoi de mieux qu’un derby pour commencer les festivités ? Face à Cosenza, les supporters de Catanzaro ont allié des drapeaux et des images représentant les moments glorieux de l’histoire du club, sans oublier un mot à destination de leur rival : “toi tu supportes ‘une’ équipe de football, moi je supporte Catanzaro” questa la motivazione “Cosa c'è di meglio di un derby per iniziare i festeggiamenti? Di fronte al Cosenza, i fan del Catanzaro hanno combinato bandiere e immagini che rappresentano i momenti gloriosi della storia del club, per non parlare dello striscione verso i rivali: tu tifi “una” squadra di calcio, io sostengo il Catanzaro". Insieme ai sostenitori delle aquile, lagrinta.fr ha premiato le coreografie della Salernitana contro la Cremonese, dei Romanisti nel derby con la Lazio, dei tifosi del Lione, quelli del “De Graafschap”, dello Zenit San Pietroburgo, della Dynamo Dresda, del Lorient, del Legia Varsavia e del Bordeaux. L’ennesimo riconoscimento, quindi, al Catanzaro e ai suoi tifosi che nulla hanno a che vedere con la serie C.