Top & Flop di Catanzaro - Sicula Leonzio

24.03.2019 18:18 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
Fonte: Tuttoc.com
© foto di Andrea Rosito
Top & Flop di Catanzaro - Sicula Leonzio

Dopo tre ko di fila torna a ruggire il Catanzaro di Gaetano Auteri che rifila tre reti alla Sicula Leonzio, proiettandosi a quota 54 punti, giornata più che positiva in termini di classifica considerando la sconfitta del Catania sul campo della Reggina.

Partita che si accende dopo pochissimi secondi, è Marano ad avere nel destro l'occasione per sbloccare il risultato, ma il suo tiro è alto sopra la traversa. Catanzaro che stenta ad entrare in partita, passano diversi minuti prima di un tiro verso la porta di Pane: è Fishnaller a calciare, ma la conclusione è larga. Partita che vive su ritmi abbastanza altalenanti, a metà primo tempo sono però i padroni di casa ad aver un'occasione colossale: Iuliano – all'altezza del dischetto – calcia a botta sicura ma la palla si infrange incredibilmente sulla traversa, si avventa sul pallone Casoli ma Pane compie un miracolo. Nei minuti finali di tempo Squillace impegna Furlan in una parata molto complicata, sul conseguente tiro di Miracoli c'è il presunto tocco di mano di Riggio, ma l'arbitro non sanziona. Partita che naturalmente cambia nei primi minuti della ripresa, con l'episodio dell'espulsione di Aquilanti per chiara occasione da gol: spallata plateale a Bianchimano lanciato a rete. L'arbitro concede punizione dal limite e non rigore, episodio che stravolge l'esito della partita. Pochi minuti dopo arriva il vantaggio con il colpo di testa di Signorini, lasciato solo e bravo a staccare con il tempo giusto: 1-0 Catanzaro. Inevitabilmente la Leonzio esce dalla partita, con i padroni di casa che in contropiede hanno davvero tantissimo spazio e trovano il 2-0 con D'Ursi, su assist perfetto di Fishnaller. Lo stesso numero 21 trova anche la rete del 3-0, notte fonda per i bianconeri.

TOP

Fishnaller (Catanzaro). La luce dopo la tempesta, dopo tre ko di fila torna il sorriso in casa Catanzaro, con un risultato netto che non ammette repliche. Protagonista della gara Manuel Fishnaller che allontana il periodo buio con un gol e un assist, a coronamento di una prestazione davvero ottima sotto l'aspetto tattico e tecnico. Il gol è un gesto di grande bravura, cross molto preciso di Ciccione, ma il tempismo è perfetto nella realizzazione del gesto tecnico. Grande gara, davvero un giocatore ritrovato. IRRINUNCIABILE.

Squillace (Sicula Leonzio). Sino all'espulsione di Aquilanti, la Sicula è rimasta in partita ed è andata anche vicino al gol in diverse occasioni. Merito di quanto fatto è anche di Tommaso Squillace, davvero spina nel fianco della difesa del Catanzaro. Dai suoi cross sono nati i principali pericoli per la porta di Furlan, nella ripresa non pervenuto, come il resto dei suoi compagni. ULTIMO BALUARDO.

FLOP

Statella (Catanzaro). Unica nota dolente è la prestazione incolore di Statella, al di sotto del livello generale dimostrato dagli altri compagni di squadra. Soffre molto l'intraprendenza di Squillace sulla sua fascia, sempre in difficoltà nell'uno contro uno, perde diversi palloni che avrebbero potuto generare pericoli per i suoi. DISTRATTO.

Aquilanti (Sicula Leonzio). Prestazione peggiorata dopo il brutto errore che ha causato l'espulsione e l'inferiorità numerica con cui la Leonzio ha dovuto fare i conti nel secondo tempo. Peccato perché nel primo tempo Aquilanti ha giocato una partita di attenzione massima su Bianchimano, disinnescato in tutto e per tutto. Purtroppo pesa l'errore di valutazione su una palla lanciata da Furlan, la spallata costa cara. INGENUO.