Si alzi il sipario, si accendano i riflettori. Godetevi lo spettacolo, entra in scena il Catanzaro!

Con il sorteggio di questa mattina che ha riservato la Feralpisalò come avversario dei giallorossi, si entra in pieno clima play off e la città si prepara al primo importante evento di domenica
16.05.2019 18:58 di Maurizio Martino   Vedi letture
Si alzi il sipario, si accendano i riflettori.  Godetevi lo spettacolo, entra in scena il Catanzaro!

Feralpisalò. Saranno i Leoni del Garda i prossimi avversari che il Catanzaro per la prima volta nella sua storia affronterà domenica 19 al "Lino Turina" di Salò. Ormai ci siamo. Le ansie e la tensione che accompagna da giorni il popolo giallorosso si materializzeranno sul terreno di gioco del piccolo centro lombardo. Pur non avendo una grande tradizione calcistica, la Feralpisalò è una squadra temibile dotata di buone individualità, una tra tutte Andrea Caracciolo, attaccante di razza ex bandiera del Brescia. I ragazzi di mister Auteri arriveranno all'appuntamento carichi e consapevoli dei propri mezzi, pronti ad esprimere il loro solito gioco, per lunghi tratti il migliore dell'intera categoria. Ma attenzione, gli spareggi per la promozione rappresentano partite i cui valori tecnici sono in genere abbastanza livellati, specie adesso che si è arrivati alla prima fase nazionale in cui ci si deve confrontare con formazioni degli altri gironi. Non bisogna commettere errori di nessun tipo (Bisceglie, Rieti e Catania docet) in quanto non c'è margine per porre rimedio, pur trattandosi di gare che decideranno il passaggio del turno dopo i 180' previsti, almeno fino a quando non si arriverà alle semifinali al termine delle quali, dopo eventuali tempi supplementari e rigori usciranno le due squadre che faranno compagnia a Entella, Pordenone e Juve Stabia per accedere alla serie B.
Costanza nel rendimento, concentrazione massima e ottima tenuta atletica sono gli ingredienti necessari per affrontare questa coda di campionato al termine di una stagione difficile e logorante. Conclusa ieri la fase a gironi ora si farà sul serio e i giallorossi dovranno sfruttare il vantaggio di essere testa di serie disputando al "Ceravolo" la gara di ritorno in programma mercoledì 22 con inizio previsto alle ore 17. A differenza dei lombardi però, al di là della maggior tasso tecnico, il Catanzaro ha a disposizione un arma in più che, tra le squadre che sono rimaste in gioco solo Catania e forse anche Pisa hanno: il pubblico. Il ritrovato entusiasmo dopo il 6-3 ai danni del Trapani deve essere la spinta che dovrà accompagnare la squadra dandole maggiore carica e consapevolezza di essere forte, la più forte. Cominciamo già ad invadere Salò, nonostante la ridotta capienza del locale stadio (solo 2300 gli spettatori che potranno assistere alla gara). È l'occasione giusta per i residenti al Nord di dimostrare il loro amore verso i colori giallorossi, poi ci penseranno gli oltre 10.000 nel match di ritorno al "Ceravolo" a dare il loro contributo dimostrando ancora una volta che negli appuntamenti che contano i tifosi non si tirano mai indietro. In alto i vessilli, si alzi il sipario, inizia lo spettacolo, entrano in scena le Aquile del Sud!


Maurizio Martino