Omaggio ad una persona che ci ha lasciato, emblema del tifo catanzarese

Un tifoso giallorosso non è più con noi ma il suo sorriso e il suo entusiasmo trainate resterà per sempre nei nostri cuori
30.11.2018 22:59 di Maurizio Martino  articolo letto 1855 volte
Omaggio ad una persona che ci ha lasciato, emblema del tifo catanzarese

Antonio Paparazzo era un tifoso storico del Catanzaro, nonostante la sua carta d'identità riportasse il 1956 come anno di nascita. La storia di Antonio è come quella di tanti altri tifosi che come lui ci hanno lasciato prematuramente ma che rispetto a tanti altri aveva un modo unico e inconfondibile di vivere il suo indissolubile legame per i colori giallorossi. 
Era conosciuto negli ambienti calcistici catanzaresi per la sua vitalità, il suo immancabile e coinvolgente entusiasmo. Lo si vedeva spesso a fine gara trattenersi con gli amici per commentarla e non disdegnava di rilasciare interviste, sistematicamente bloccato all'uscita dello stadio anche solo per il desiderio di vederlo gioire quando le cose erano andate bene o sentirlo rammaricato in caso contrario. 

È proprio questa sua schiettezza ed esuberanza, il suo perenne ottimismo a renderlo, nella sua normalità, "diverso" da tanti tifosi criticoni e mai soddisfatti. Ecco perché vogliamo ricordarlo, il suo modo di intendere il tifo a tinte giallorosse possa rappresentare un esempio per tutti i tifosi.
 
Come tanti altri che assistono alle partite che si disputano al "Ceravolo", Paparazzo proveniva dalla provincia, da Nicastro per la precisione, luogo dove notoriamente c'è dissapore nei confronti dei giallorossi. Ciò nonostante, per il suo essere così affabile e disponibile era stimato e rispettato anche dai suoi conterranei, a dimostrazione che la bontà d'animo travalica tutti i confini legati alla fede per una squadra di calcio. 

Colpiva la sua gestualitá, la sua verve. Spesso non disdegnava di essere appariscente con le sue parrucche, i suoi abiti dai colori sgargianti, la sua esultanza. Frequentava la Curva ma in passato lo si vedeva nel settore Distinti.

Ciao Paparazzo, continua a tifare da lassù nel segno dei nostri amati colori giallo e rosso.

 

Maurizio Martino