Marco Bleve : la saracinesca giallorossa

Protagonista del nostro focus è l'estremo difensore giallorosso, uno dei migliori acquisti della sessione invernale del Catanzaro
19.02.2020 17:25 di Mattia Dalmazio   Vedi letture
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Marco Bleve : la saracinesca giallorossa

E' stata una stagione tormentate per i portieri in casa Catanzaro. Dopo l'addio di Jacopo Furlan  destinazione Catania , il ds delle aquile  Pasquale Logiudice dopo vari "casting" è riuscito ad ingaggiare il portiere scuola Inter Raffaele Di Gennaro. Purtroppo, dopo i primi ottimi 6 mesi, il numero 1 delle aquile è costretto ad un infortunio ad una spalla nella sconfitta di Teramo ( che è coincisa con l'ultima partita di mister Grassadonia sulla panchina delle aquile).

Con la cessione di Adamonis in prestito alla Sicula Leonzio e il solo  Rocco Mittica in rosa, il Catanzaro in fretta e furia ha trovato il sostituto: Marco Bleve.

Il pareggio tra Catanzaro e Casertana ha evidenziato due peculiarità delle squadre di Auteri e Ginestra. Le aquile dopo aver macinato possesso palla, hanno subìto il pressing alto dei campani nella propria meta campo ma allo stesso tempo hanno creato azioni pericolose che hanno creato qualche pericolo dalle parti di Cerofolini mentre la Casertana ha dimostrato una peculiarità difensiva ma anche una grande capacità nelle azioni di contropiede.

Uno dei man of the match di Catanzaro - Casertana è stato sicuramente il portiere delle aquile Marco Bleve, che ha definitivamente indossato il mantello di SuperMan giallorosso.

Per il numero 22 delle aquile , il miracolo su Zvikov al 65' rappresenta, per ora, uno dei momenti più alti della sua esperienza in giallorosso. Eppure Bleve ci mette pochissimo a farsi conoscere dai suoi nuovi tifosi, sfoggiando prestazioni sostanzialmente  perfette, senza voli per i flash dei fotografi o richiami versi la propria difesa. L'estremo difensore delle aquile colpisce subito i tifosi delle aquile e gli addetti ai lavori, per la semplicità  e soprattutto per l'utilizzo dei piedi per impostare le azioni. Individuare punti deboli risulta difficile sia per gli attaccanti e sia per gli avversari fare goal.