Giornata conclusiva del progetto "il Catanzaro sale in cattedra" in un clima festoso di coinvolgente entusiasmo

Al Federale presenti i veri protagonisti del progetto giunto alla sua seconda edizione: i ragazzi degli i.c. e degli istituti superiori di secondo grado
30.05.2019 17:46 di Maurizio Martino   Vedi letture
Giornata conclusiva del progetto "il Catanzaro sale in cattedra" in un clima festoso di coinvolgente entusiasmo

di Maurizio Martino

 

Migliore conclusione non ci sarebbe potuta essere per il progetto che, alla sua seconda edizione, ha coinvolto tutti gli i.c. cittadini e della provincia e gli istituti superiori di 2° grado del capoluogo. La manifestazione che si ė svolta presso il campo federale della FIGC-LND del quartiere Sala, è stata presentata dalla giornalista Stefania Abbruzzo che si ė avvalsa della collaborazione di Maurizio Martino della testata giornalistica Catanzarisport24 che assieme all'associazione "Unite ad arte" nella persona della professoressa Sara Leone hanno ideato e realizzato il progetto "il Catanzaro sale in cattedra" in stretta e costante collaborazione con il settore giovanile del Catanzaro calcio. Un progetto rivolto ai giovani nato con lo scopo di creare un forte connubio tra scuola e sport e in particolare per sensibilizzare le nuove generazioni ad amare il Catanzaro calcio e far accrescere sempre più la passione per i colori giallorossi. Con l'obiettivo di dare dunque maggiori stimoli agli studenti si è pensato per questa edizione di coinvolgere anche gli i.c. della provincia cui è stato dato il giusto spazio nel corso del tour che gli organizzatori hanno effettuato garantendo sempre la presenza di dirigenti e calciatori del settore giovanile. E così anche Sellia Marina, Botricello, Marcellinara, Taverna, Sersale, Soverato, Girifalco... hanno accolto con entusiasmo la carovana itinerante che da settembre a maggio ha svolto un lavoro incessante solo ed esclusivamente per il bene del Catanzaro all'insegna dei colori giallorossi.
Il progetto nel corso della stagione appena conclusa ha avuto due grosse novità. La prima riguarda il fatto di aver inserito anche il tema dell'integrazione trattato da rappresentanti della "Fondazione Città Solidale" presieduta da don Piero Puglisi che opera da oltre un ventennio sul nostro territorio. Ascoltare di volta in volta nel corso dell'anno le esperienze vissute in prima persona dagli ospiti dei vari SPRAR dislocati nella nostra provincia è stata un'esperienza che è certamente servita ai ragazzi a comprendere l'importanza di accogliere e integrare nel nostro tessuto sociale quanti a causa di guerre, carestie, violenze di vario tipo sono stati costretti a lasciare la loro terra alla ricerca di un contesto sereno in cui poter ricostruirsi una vita.
La seconda novità di questa edizione è stata quella di voler coinvolgere anche i ragazzi degli istituti superiori, grazie al lavoro portato avanti da Piervincenzo Gigliotti responsabile dei progetti speciali del Catanzaro calcio oltre che dalla stessa Sara Leone, vero motore trainante dell'intero progetto. Altra presenza nonmeno importante nel contesto del progetto è stata quella di Franco Modestia, responsabile del rapporti con le scuole calcio per conto della Academy Catanzaro che ingloba tutte le società dilettantistiche di Catanzaro e provincia.

Ritornando alla manifestazione odierna, la stesa ha visto la presenza del responsabile del controllo di gestione del settore giovanile della US Catanzaro, Frank Mario Santacroce e del responsabile dell'area tecnica dello stesso settore, Carmelo Moro, che attraverso i loro interventi hanno ringraziato e apprezzato la massiccia partecipazione delle scuole presenti oggi e di quelle che comunque durante la stagione hanno accolto e sposato il progetto non solo accogliendo gli organizzatori presso i  vari istituti, ma anche garantendo la presenza allo stadio di una nutrita rappresentanza di studenti ospitati nel settore della Tribuna est ad essi esclusivamente riservato (unica società professionistica a farlo).

Altri apprezzati interventi sono stati quelli del rappresentante di "Fondazione Città Solidale", partnership del progetto, Maurizio Chiaravalloti, e del già citato Piervincenzo Gigliotti.
In un progetto che ha visto protagonisti i ragazzi per l'intera stagione non poteva mancare nella giornata conclusiva un momento di coinvolgimento anche per loro. Si ė pensato infatti ad una gara di calci di rigore cui si sono cimentati gli studenti di tutte le scuole presenti. A calciarli anche le rappresentanti del gentil sesso che, in alcuni casi, hanno dimostrato di saperci fare con il pallone, prendendo forse come esempio la maestria delle ragazze del Catanzaro calcio, allenate dalla vecchia gloria giallorossa Tato Sabadini, neo promosso in Serie C.
A concludere l'evento è stata la consegna dei premi per i lavori presentati dai diversi istituti e aventi come tema comune, neanche a dirlo, il Catanzaro calcio. 
I lavori sono consistiti nella presentazione di disegni, locandine, quadri, striscioni, carte raffiguranti simboli della città ed ex importanti calciatori giallorossi, album fotografici... Ai fini della premiazione si è tenuto conto di alcuni importanti parametri come l'originalità, il senso di appartenenza, l'impatto visivo, la difficoltà. 
Le scuole partecipanti sono state divise in due categorie: gli istituti comprensivi e quelli superiori di secondo grado. Per la prima categoria i premi sono stati ricevuti dall'i.c. Mater Domini terzo classificato, dall'i.c. di Sersale (unica scuola della provincia a salire sul podio) secondo classificato che sono stati entrambi omaggiati di una targa e dall'i.c. Patari-Rodari primo classificato che ha ricevuto una coppa.
Per la categoria che ha visto coinvolti gli istituti superiori questa la classifica con premi identici a quelli dell'altra categoria: terzo classificato l'istituto "De Nobili", secondo classificato il Liceo Classico, primo classificato il Petrucci-Maresca-Ferraris.
Al termine dell'eccellente conduzione la giornalista Stefania Abbruzzo ha coinvolto nuovamente gli ideatori del progetto che hanno rinnovato i ringraziamenti a tutte le scuole partecipanti per l'ottima riuscita dell'evento ripromettendosi di migliorare in vista della prossima edizione alla quale, ovviamente è stato dato appuntamento per un terzo anno che si auspicano possa essere vissuto con entusiasmo sempre maggiore e con la partecipazione ancor più massiccia di tutte le scuole di Catanzaro e provincia e chissà, magari con altre interessanti novità.