Catanzaro-Viterbese 2-0: le pagelle dei giallorossi

02.05.2019 09:02 di Stefano Crisafulli   Vedi letture
Catanzaro-Viterbese 2-0: le pagelle dei giallorossi

FURLAN 6,5 – Il numero 1 giallorosso è stato poco impegnato nel corso della partita ma è risultato decisivo al 16’ sullo 0-0 con una bella parata sul destro in diagonale del giovane attaccante gialloblu Molinaro.

CELIENTO 6 – Bravo in fase difensiva con un'unica disattenzione che poteva però costare cara alla retroguardia giallorossa al 55’ quando viene anticipato dal colpo di testa di Bismark che termina di poco a lato della porta difesa da Furlan. Si propone spesso in avanti, come in occasione dell’inserimento nell’area avversaria al 38’ girando al volo di tacco un cross dalla sinistra di Iuliano con la palla che per poco non termina in rete (un’esecuzione che a molti ha ricordato la prodezza balistica dell’attuale c.t. dell’Italia Mancini in un Parma-Lazio del 1999 ma con esito diverso).

FIGLIOMENI 6 – Secondo match consecutivo da titolare dopo l’infortunio, ordinaria amministrazione per l’esperto difensore giallorosso.   

SIGNORINI 6,5 – Lavora bene in fase difensiva, senza sbavature. Realizza il gol del raddoppio ad inizio ripresa quando sugli sviluppi di un corner calciato da Iuliano svetta di testa più in alto di tutti battendo l’estremo difensore dei laziali.

STATELLA 7 – Senza dubbio il migliore in campo il numero 11 delle aquile. Tutte, o quasi, le azioni del Catanzaro partono dalla sua parte di campo. È suo il cross perfetto al 31’ per Bianchimano in occasione del primo gol giallorosso.

MAITA 6 – Prova senza infamia e senza lode per il capitano. Dirige meno del solito le trame di gioco giallorosse, ma non ce n’è stato bisogno.

IULIANO 6,5 – Corre a destra e sinistra e lo si vede sbucare da tutte le parti palla al piede. Da un suo corner nasce il raddoppio firmato da Signorini nella seconda frazione di gioco.

FAVALLI 6 – Buona partita giocata dall’esterno giallorosso, attento soprattutto in fase difensiva.   

CASOLI 5,5 – Il numero 30 delle aquile schierato nel tridente offensivo si è notato poco in campo. È costretto ad uscire dopo pochi minuti della ripresa per un infortunio.

BIANCHIMANO 6,5 – Torna al gol la punta giallorossa sbloccando la gara alla mezz’ora di gioco servito magistralmente da Statella con un colpo di testa che non lascia scampo all’estremo difensore Forte. Spreca malamente una ghiotta opportunità per raddoppiare al 59’ calciando il pallone alto a tu per tu col portiere. Nell’occasione si fa male ed è costretto a lasciare il campo pochi minuti dopo.

FISCHNALLER 6 – Ci prova ma non riesce a mettere il suo nome nel tabellino dei marcatori, è sembrato meno lucido del solito.

GIANNONE 6 – Torna in campo dopo due mesi per sostituire ad inizio secondo tempo l’infortunato Casoli. Entra bene in partita facendosi notare con alcune pregevoli giocate.

CICCONE 6 – Entra al 64’ al posto di Bianchimano quando ormai la partita non aveva già più nulla da dire.

NICOLETTI e PAMBIANCHI s.v. – Entrano a cinque minuti dal termine della gara senza aver modo di potersi mettere in mostra.

ALL. AUTERI 6 – Il Catanzaro torna alla vittoria che mancava dal 31 marzo, 2-0 esterno contro la Cavese (3-0 a tavolino col Matera a parte). Successo facilitato sicuramente dalla discutibile scelta del patron della Viterbese Camilli di esonerare il tecnico Calabro alla vigilia del match e di concentrare tutte le energie sulla finale di ritorno di Coppa Italia di Serie C della settimana prossima contro il Monza a discapito del campionato, evitando la trasferta nella città dei tre colli alla maggior parte dei titolari della rosa gialloblu. Bisogna dare comunque merito alla squadra di mister Auteri di non aver sottovalutato l’impegno. Vittoria di vitale importanza in ottica terzo posto per la compagine del Presidente Noto, che in questo modo raggiunge in classifica il Catania ad un turno dal termine della regular season. E, per via degli scontri diretti a favore dei giallorossi, gli etnei, anche a pari punti, finirebbero dietro le aquile. Saranno decisivi gli ultimi 90 minuti con il Catanzaro padrone del suo destino poiché vincendo domenica prossima in casa contro il Trapani sarebbe certo di mantenere la terza posizione. Diversamente, bisognerà guardare al risultato del “Massimino”, con il Catania che attende il Rieti.