Catanzaro-Viterbese 2-0. Buona la prima, ora sotto con il Trapani!

I giallorossi vincono il recupero della 16^ giornata di campionato con i laziali e si proiettano alla gara decisiva con il Trapani alla ricerca di altri tre punti che garantirebbero il terzo posto
01.05.2019 21:40 di Maurizio Martino   Vedi letture
Catanzaro-Viterbese 2-0. Buona la prima, ora sotto con il Trapani!

 
Contava solo vincere. Vittoria doveva essere e vittoria è stata per proiettarsi con lo spirito giusto e  con maggiore serenità alla decisiva gara con il Tralani ne
 tentativo di raggiungere il terzo posto. La caccia a questa posizione dunque continua ed ė ancora raggiungibile, a patto che le Aquile riescano a ripetersi contro i siciliani domenica prossima se ler al "Ceravolo". 
Si è giocato in una situazione surreale e certamente anomala in quanto i laziali per scelta...
presidenziale si sono recati a Catanzaro con una rosa imbottita di ragazzini della Berretti dopo l'esonero della vigilia di mister Calabro che avrebbe voluto invece ultimare la stagione facendo continuare a giocare la formazione migliore. Questa diversità di vedjte tra tecnico e Presidente che invece punta a vincere la Coppa Italia e quindi a preservare i migliori e.ementi, è stata la causa del suo allontanamento. 
Partita tecnicamente e tatticamente quindi non valutabile in quanto si è visto un Catanzaro che ha giocato un po' troppo con il freno a mano tirato cercando di ottenere il massimo con il minimo sforzo. Così è stato anche se è giusto evidenziare che per quanto la Viterbese sia stata poca cosa, ha comunque avuto due buone occasioni per segnare, una per tempo con la prima avvenuta quando ancor si era sullo 0-0. Nella circostanza è apparsa evidente la svolta disattenzione della difesa il cui rendimento negli ultimi tempi ha lasciato un po' a desiderare.
Solo dopo aver siglato il raddoppio giunto al 4' della ripresa il Catanzaro ha di fatto messo in cassaforte i tre punti, cosa che sarebbe potuta avvenire già nel corso del primo tempo per poi gestire al meglio il resto del match e pensare già alla gara contro il Trapani. Vittoria fondamentale che permette ai giallorossi di disputare la gara di domenica nelle migliori condizioni mentali dopo le critiche arrivate in seguito alla sconfitta di tre giorni fa a Siracusa e più in generale dopo gli ultimi mesi di risultati e prestazioni scadenti. 
Nonostante la vittoria conseguita non si possono trascurare due note negative, la prima riguarda gli infortuni occorsi a Casoli e Bianchimano le cui entità si conosceranno domani e pertanto non sappiamo se riusciranno a recuperare in tempo per domenica, la seconda riguarda invece la poca presenza di spettatori che erano solo 3200. La disaffezione del pubblico per questa gara era comunque da mettere in preventivo vuoi per la situazione anomala di cui si parlava, vuoi per le tante delusioni che i tifosi hanno avuto nel corso dell'ultimo bimestre. 

SITUAZIONE TIFOSI
Proprio sulla tifoseria che latita o che è scarsamente presente sugli spalti del "Ceravolo" si è di fatto incentrato l'intervento del post partita di mister Auteri che è apparso fortemente rammarico e in diversi suoi passaggi anche abbastanza alterato perché non ammette che una piazza come Catanzaro stia così lontana dalla squadra. Il suo sfogo ha assunto toni un lò  accesi in alcuni frangenti specie quando ha affermato che lui e la squadra proseguiranno il loro cammino cercando di fare il massimo e con il giusto entusiasmo mentre chi rema contro è bene che resti a casa. A questa affermazione ha fatto seguito anche un richiamo agli organi di stampa che un pò troppo prematuramente sono presi, a suo dire,  dalla smania di fare analisi e critiche prima ancora che termini la stagione e senza evidenziare quanto di buono espresso dalla squadra nell'arco della stagione. Un Auteri del quale si conosce il temperamento a volte focoso e dal carattere decisamente forte che comunque ha rassicurato l'ambiente sulla volontà sua e dei ragazzi di voler disputare al top il seguito della stagione già a partire dall'incontro con il Trapani ne, tentativo di arrivare fino in fondo. 

Maurizio Martino