Catanzaro - Monopoli, il ritorno di un ex dal cuore giallorosso

 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 2100 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Catanzaro - Monopoli, il ritorno di un ex dal cuore giallorosso

Se il Monopoli in questa fase del campionato è forse la squadra rivelazione del girone C della serie C è anche merito suo, è anche merito di Manuel Sarao. Otto presenze, tre gol, è tanto impegno. Questo il rendimento in bianco verde dell’ex giocatore con il cuore giallorosso. Sì, Manuel Sarao, pur se scenderà in campo da avversario con la maglia monopolitana, rimarrà sempre un tifoso del Catanzaro perché, nonostante sia nato Milano, è di origini catanzaresi. Non tutti sanno che lo scorso anno il suo arrivo alla corte di Alessandro Erra era stato propiziato proprio da papà Antonio che, appena saputo del suo passaggio dal Lumezzane al Catanzaro, gli aveva detto “Sappi che è una grande Piazza. Devi conquistarti la fiducia della gente”. E Manuel ha ascoltato fino in fondo il consiglio di suo padre. Nonostante l'inizio difficile, colpa di una situazione societaria non proprio idilliaca e un infortunio rimediato a Monopoli (strano il destino...) avvenuto nel mese di ottobre, Manuel è stato decisivo per la salvezza del Catanzaro. Proprio nel momento più difficile della stagione, grazie alle sue reti nei play-out con la Vibonese, alla sua grinta, ha trascinato il Catanzaro fuori dall'inferno della serie D. E alla fine è diventato un idolo dei tifosi delle aquile. Ma non è bastato, a giugno, le strade di Manuel Sarao e del Catanzaro si sono divise. Misteri del calcio. Sarao oggi è un giocatore del Monopoli, il Catanzaro forse ha perso un uomo, più che un giocatore, attaccato alla maglia come pochi, un tifoso come lui stesso ha scritto sulla sua pagina Facebook nel saluto di commiato ai catanzaresi:  "Mai e mai avrei pensato di dover andar via da Catanzaro con le lacrime agli occhi; sicuro di aver dato tutto dal primo minuto all’ultimo minuto da giocatore del Catanzaro, la riconoscenza più bella e grande l'ho ricevuta da tifosi e compagni al momento dell’addio, grazie per quello che mi avete dato, qui avrete sempre un tifoso, un pezzo del mio cuore l'ho lasciato a voi. Posso solo dire grazie Catanzaro spero sia un arrivederci. Ciao aquile". Ecco perché è giusto accogliere Manuel Sarao come un amico, tanti applausi e un grande simbolico abbraccio per quello che ha fatto per la maglia giallorossa ma, soprattutto, per l’amore che prova per questi colori. Bentornato Manuel, per sempre uno di noi!