Auteri; "Dobbiamo fare la partita di sempre"

Il tecnico siciliano analizza la gara con la Sicula Leonzio e minimizza sul periodo di flessione che sta vivendo la squadra.
24.03.2019 09:50 di Maurizio Martino   Vedi letture
Auteri; "Dobbiamo fare la partita di sempre"

"Imperativo vincere? Non abbiano la necessità di vincere come se fosse una medicina che ci è stata prescritta perché abbiamo un male incurabile. Non abbiamo malattie incurabili, anzi non siamo proprio malati". Così esordisce un Aureri un po' nervoso e alquanto sarcastico nell'incontro, insolito come orario (17:15) con la stampa al termine della rifinitura. 
"Dobbiamo recuperare qualcuno che non ci dà la possibilità dell'alternanza, dei cambi in corsa, come è successo in passato -  prosegue - Ulmini che sono una delle nostre armi. Purtroppo in questo periodo è stato così. Dobbiamo comunque fare la partita di sempre".
In merito al periodo di flessione, questo il suo pensiero "Siamo incappati in un ciclo di tre partite perse in modo "strano" dove sicuramente abbiamo commesso degli errori ma nelle quali prestazioni, impegno e motivazioni non sono mancati. Il problema è che quando si gioca in certi contesti, in certe situazioni, diventa tutto più difficile".
Sulla Sicula Leonzio non nasconde le difficoltà della gara " È una squadra dotata di un organico importante. Sono partiti con un progetto che permettesse loro di entrare tra i primi posti, non dico terzi o quarti, ma comunque di essere lì. Alcune vicissitudini tecniche, il cambio di panchina ha un pò rallentato la loro corsa. Per me non ė una sorpresa.Vengono da sette risultati utili consecutivi ma cercheremo come sempre il confronto sul campo".
Sollecitato, il tecnico siciliano ha chiarito il contenuto delle sue dichiarazioni al termine della partita di Rieti. "Non mi meraviglio del gioco ostruzionistico adottato. Ci sta di ricorrere a mezzucci di ogni tipo, ai falli sistematici. Ciò che ho evidenziato e che non mi ė andato giù sono stati i placcaggi ripetuti lontano dalla palla, i pestoni e le manate. Queste situazioni vanno vigilate e sanzionate con i cartellini. Se chi deve far rispettare le regole non lo fa allora si vedranno partite come quella contro i laziali. Io comunque non sono scontento di come abbiamo giocato - continua - La squadra ha dimostrato attaccamento e  impegno. Se fossimo riusciti a segnare per primi, la partita avrebbe preso un'a.tra piega".
Una riflessione, che in effetti è stata una vera e propria tirati a di orecchie, mister Auteri la rivolge alla tifoseria criticona "Chi ama il Catanzaro venisse allo stadio pagando il biglietto. Tante chiacchiere servono a poco. Chi non lo ama facesse altro, se ne andasse al mare a Catanzaro Lido o altrove. Da questo punto di vista sono molto deluso. La squadra si segue sempre, non è che dopo le minime difficoltà si possono esprimere critiche eccessive".

SITUAZIONE INFORTUNATI

Bianchimano dopo l'infortunio subito a Rieti ha recuperato ed è stato inserito nella lista dei convocati anche se crediamo difficilmente partirà dal 1'. Ancora assenti Figliomeni e Giannone che il tecnico sperava di avere a disposizione. A loro si è aggiunto Pambianchi. Di Kanoutè già si ė detto in settimana che ė fuori sede per curare al meglio l'infortunio per il quale ha avuto la ricaduta. 

PROBABILE FORMAZIONE

Alla luce delle disponibilità e in base a chi il mister ritiene stia meglio, dovremmo vedere Celiento, Riggio e Signkrini davanti a Furlan a comporre il pacchetto arretrato. Sulla mediana Maita e Iuliano al centro con Statella e Favalli ad agire da esterni mentre il tridente avanzati dovrebbe essere formato da Fishnaller D'Ursi e Casoli con Ciccone e Bianchimano pronti a subentrare nel corso della gara.


Maurizio Martino