Catanzaro - Sambenettedese 10 aprile 2004: quel goal da centrocampo di Ferrigno

10.04.2020 15:41 di Mattia Dalmazio   Vedi letture
Catanzaro - Sambenettedese 10 aprile 2004: quel goal da centrocampo di Ferrigno

Era sabato 10 aprile 2004,ventinovesima giornata del campionato di Serie C1 girone B, il Catanzaro di mister Braglia reduce dal successo in trasferta per 1-0 a l'Aquila riceve al "Ceravolo" la Sambenedettese di mister Vullo settima in classifica. Ecco i 22 calciatori scesi in campo davanti a circa 15.000 spettatori

RETI: 72` De Simone (C), 73` Ferrigno (C)
CATANZARO: Lafuenti, Dei, Ascoli (57` Caterino), De Simone, Zappella, Pastore, Toledo (58` Luiso), Ferrigno (88` Zattarin), Corona, Briano, Morello – ALL. Piero Braglia
SAMBENEDETTESE: Aprea, Taccucci, Manni, Franchi, Napolioni, Pedotti, Maschio (64` Camillucci), Filippi, Borneo, Esposito, Fanesi (37` Maury) – ALL. Salvatore Vullo
ARBITRO: Paolo Silvio Mazzoleni P. (Bergamo)
RECUPERO: 4 minuti (3` pt + 1` st)
AMMONITI: Morello, Dei (C), Esposito, Napolioni, Pedotti (S)
ESPULSI: 34` TACCUCCI (S)
SPETTATORI: 15000 circa

Sin dalle prime battute i giallorossi costringono i marchigiani a rintanarsi nella propria metà campo  e il primo pericolo per Aprea arriva al 12' con Corona che prova la conclusione che viene respinta dall'estremo difensore ospite. Al 18' pericolo cross di Toledo con Franchi che nel tentativo di spazzare la palla rischia un autogol. Al 33' cambiano le sorti del match: Ferrigno supera Taccucci in velocità, il difensore colpisce con una manata il"sindaco" e Mazzoleni estrae il cartellino rosso per il difensore ospite. Il Catanzaro cerca di concludere in vantaggio alla fine del primo tempo ma il tiro di Morello al 44' si perde sul fondo , su questa occasione si chiude il primo tempo sul parziale di 0-0.

La ripresa è ancora una volta un assalto delle aquile nell'area marchigiana. Al 46' aquile vicine al vantaggio con Morello che colpisce di testa ma è straordinaria la risposta di Aprea, al 52' ci prova il Catanzaro con Corona ma il tiro si perde sul fondo. Al 73' arriva il meritato vantaggio del Catanzaro: Morello serve Domenico De Simone, il difensore scaglia un potente rasoterra che si infila nella porta di Aprea. Un minuto più tardi le aquile raddoppiano con una grande prodezza balistica:  palla nel cerchio di centrocampo, Ferrigno vede fuori dai pali Aprea e lo scavalca con un pallonetto che fa esaltare i 15.000 tifosi delle aquile.