Pallavolo / La Mastria Stella Azzurra Catanzaro continua a vincere

08.01.2020 17:44 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
Pallavolo / La Mastria Stella Azzurra Catanzaro continua a vincere

Ancora un grande risultato per questo sorprendente gruppo di giovanissime atlete allenate da Peppe Fiorini che conquistano l’intera posta in palio con l’esperta formazione del Cidue Costruzioni Campo Calabro.

Il 2019 era terminato con l’importantissima vittoria sul San Lucido di Sandra Spaccarotella e Simona Cirifalco, il 2020 inizia con un'altra grande vittoria sul Campo Calabro di Foti e Cutrì.

Le due settimane di duro lavoro durante la sosta natalizia hanno con doppi allenamenti quotidiani ed una grande disponibilità al sacrificio del gruppo hanno dato i frutti sperati e Fiorini e compagne si presentano alla ripresa del campionato in grandissima forma. 

Il tecnico Fiorini della Mastria Stella Azzurra schiera: in palleggio la capitana Giorgia Fiorini (2002), opposta Maria Cristina Galea (2001), al centro  Roberta Nardone (2005) e Alice Sessa (1999), schiacciatrici Elisa Braichuk (1999) e Federiva Longo (2004), libero Marta Procopio. A disposizione: la palleggiatrice Marta Mancuso (2004), le schiacciatrici Martina Abramo  (2004), Nadia Scalzo (2002) e Fabiola Citriniti, la centrale Giulia Lupia (2004).

Risponde il tecnico Portella del Campo Calabro con: in palleggio Furci, opposta Cutrì, al centro Crea e Barillà,  schiacciatrici le esperte Foti e Criserà. Libero: Barresi. A disposizione: la palleggiatrice Pirrotta, le schiacciatrici Verardi, Mesiti, Morabito, la centrale Vazzana.

Primo set con partenza contratta per le ragazze catanzaresi e le ospiti che fanno valere la maggiore esperienza. Il parziale è equilibrato, ma le giovani catanzaresi non riescono a sciogliersi nel proprio gioco solito.  Le ospiti acquisiscono 3 punti di vantaggio con la Furci in battuta che riescono a mantenere fino al 25-22 finale.

Nel secondo set ancora il Campo Calabro in vantaggio fino al 11-8, ma le padrone di casa riescono a recuperare con pazienza e grande attenzione in attacco con Braichuk e Galea che rispondono alle ottime giocate della capitana Fiorini. Il sorpasso avviene con la Braichuk al servizio che porta le compagne sul 20-14. Il vantaggio viene gestito con grande attenzione ed il parziale si chiude sul 25-21.

Il terzo set conferma  il grande equilibrio in campo e le due squadre si alternano in vantaggio di pochi punti fino al 25-23 in favore delle catanzaresi.

Il quarto set è un monologo delle padrone di casa che, sfruttando il grande lavoro fisico svolto durante la sosta natalizia,  presentano in campo ancora con freschezza atletica e grande concentrazione. Per le ospiti non c’è scampo e Braichuk, con 8 punti nel set, trascina le compagne ad un nettissimo 25-11 finale. 

Con questa vittoria le ragazze della Mastria Stella Azzurra raggiungono i 20 punti in classifica e mantengono la settima posizione assoluta in classifica a soli 4 punti dalla zona play off promozione.

Peppe Fiorini: “Abbiamo svolto un ottimo lavoro durante le festività natalizia, spesso con doppie sedute giornaliere. Le ragazze hanno dimostrato una grande serietà e motivazione, rendendosi disponibili ad allenarsi mentre le amiche erano a passeggio o stavano festeggiando. E’ stato un grande segnale di maturità di questo eccezionale gruppo di giovanissime atlete che ha dato i frutti in uno scontro decisivo per la nostra classifica come quello di domenica scorsa con il Campo Calabro. Adesso abbiamo una serie di 4 o 5 gare terribili, contro avversari di grande livello tecnico e di esperienza, in cui dovremo giocare con grande serenità e cercare qualche colpaccio a sorpresa. Il nostro obiettivo rimane una stagione tranquilla in cui far crescere il nostro vivaio e riuscire a giocare alla pari con tutti gli avversari e i 20 punti in classifica testimoniano che la strada intrapresa è quella giusta. ”

SCORE: Elisa Braichuk 19, Maria Cristina Galea 14, Roberta Nardone 6, Giorgia Fiorini 6, Federica Longo 5, Alice Sessa 5, Fabiola Citriniti 2, Martina Abramo 1, Giulia Lupia, Marta Mancuso, Nadia Scalzo. Libero: Marta Procopio.