Conad Lamezia, sconfitta pesantissima con l'Aurispa Alessano

05.02.2019 09:35 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
Conad Lamezia, sconfitta pesantissima con l'Aurispa Alessano

Svanisce la possibilità di accorciare il gap in classifica, si affievolisce sempre più anche la possibilità di evitare la retrocessione diretta. La Conad perde a Cosenza lasciando l’intera posta in palio ad Alessano che allunga così in classifica sui giallorossi, sempre più ultimi.

Tirato e deciso solo nei punti finali il primo set con Alessano che mostra maggiore lucidità nella fase cruciale del parziale. Nel secondo sotto di 6 lunghezze (5-11) la Conad reagisce con carattere e trova un break di 15-4 che la porta avanti di 5 punti (20-15). Dopo ben 4 palle set sprecate sono i pugliesi alla prima occasione a far loro il parziale e portarsi sullo 0-2. Terzo set giocato solo a sprazzi e Conad che resta tristemente e desolatamente ultima in classifica.

Rigano recupera in extremis Fantini, reduce da soli 2 giorni di allenamenti e di certo non al top. Serve però l’apporto di tutti e il tecnico lo rischia, schierandolo come under assieme a De Santis, che entra in seconda linea. Per il resto nessuna novità, Negron-Bigarelli sulla diagonale principale, Bizzotto-Aprile al centro, Bruno è l’altra banda, Zito libero.

Che la gara contro Alessano fosse determinante per la salvezza e mettesse in palio punti pesantissimi, lo si capisce sin dai primi scambi della sfida, lunghi e combattuti. Il pallone scotta e nessuno vuole mollare la presa. Si procede così punto a punto fino al 10-13 avversario, giunto dopo un ace di Scardia e un attacco fuori di Bigarelli. La Conad rintuzza di un punto ma altri due aces a poca distanza di Drobnic portano la squadra allenata da Paolo Tofoli avanti di 5 (17-22). Rigano si gioca la carta Ingrosso in campo al posto di Fantini. I giallorossi accorciano fino al 20-23 ma sul 21-24 i pugliesi possono gestire 3 palle per chiudere a proprio favore il set. Onwuelo sfrutta subito la prima occasione e Alessano passa avanti 1-0. Troppi errori, soprattutto al servizio per i giallorossi che sbagliano ben 6 battute.

La Conad resta fallosa e poco lucida anche in avvio di seconda frazione, Alessano capisce il momento e ne approfitta per guadagnare subito un gap importante (4-9). È il momento peggiore della gara per i lametini che non riescono più a passare, Fantini da posto 4, Bigarelli da posto 2 si beccano due muri che permettono ad Alessano di allungare ancora 5-11.  Da qui parte però la rimonta giallorossa. Due punti consecutivi di Fantini, uno in attacco e uno direttamente al servizio, seguiti da un diagonale spedito a lato da Kaio Ribeiro e un muro di Bizzotto su Tomassetti permettono ai giallorossi di accorciare fino al 10-12. E poco dopo, con Alfieri al servizio (entrato su Negron) sono un attacco in diagonale di Bigarelli e un muro di Aprile su Drobnic a valere l’aggancio 14-14. Il sorpasso arriva sul 16-15, con Bruno in battuta, grazie ad un pallonetto di Bigarelli che supera il muro a 3 avversario e subito dopo arriva un altro muro, quello di Aprile su Onwuelo per il punto del 17-15 che costringe Tofoli a chiamare un time-out. L’interruzione non scalfisce i giallorossi che continuano a macinare punti e allungano ancora 20-15 grazie a 2 punti consecutivi di Bigarelli (uno in attacco uno a muro) e ad un attacco dal centro di Aprile. Ad interrompere il proficuo turno in battuta di Bruno ci pensa Onwuelo e Alessano torna a fare punti fino a portarsi in scia. Sul 24-22 la Conad ha due palle per riportarsi in parità. Ingrosso manda in rete la prima, Kaio Ribeiro trova l’ace sulla seconda e impatta sul 24-24. La Conad spreca altre due palle per far suo il set sul 25-24 e sul 26-25. Quando l’occasione per chiudere capita ad Alessano i pugliesi non sbagliano e Onwuelo mette a terra il pallone del 26-28.

In avvio di terzo set Rigano lascia in cabina di regia Alfieri, che aveva fatto girare bene la squadra nel secondo parziale. Lo scotto per la rimonta effettuata e il set quasi vinto ma poi perso ai vantaggi si fa sentire. La Conad è spaesata e fallosa. Gli errori al servizio tornano ad inficiare ogni tentativo di rimonta e Alessano stacca di 3 lunghezze i giallorossi 9-12. Così come nel set precedente la Conad trova però la forza di reagire e riesce a mettere la testa avanti 15-14. Il turno al servizio di Onwuelo, sempre incisivo, riporta avanti Alessano 15-17 nel momento più delicato della gara. La Conad non riesce più a reagire e l’ace sporco di Scardia permette ad Alessano di chiudere la contesa in 3 set.

CONAD LAMEZIA 0

AURISPA ALESSANO 3

(21-25, 26-28, 21-25)

Durata set: 26’-34’-24’ Totale: 1h24’

 

 

 

 

CONAD LAMEZIA: Negron 1, Bigarelli 18, Bizzotto 3, Aprile 8, Bruno 6, Fantini 3, Zito lib.(50% positiva-38% perfetta), De Santis, Butera, Alfieri, Ingrosso 1

Non entrati: Anselmi,

Allenatore: Gianpietro Rigano

 

Ace: 3, battute sbagliate: 15, muri: 6, Ricezione: pos  41%, perf. 26%,  Attacco: 40%

 

 

AURISPA ALESSANO: Leoni 1, Onwuelo 15, Tomassetti 6, Scardia 5, Kaio Ribeiro 11, Drobnic 5, Bruno lib.(38%positiva, 23%perfetta), Lucarelli 5, Persoglia 2,

Non entrati: Avelli, Cordano, Serafino, Umek   

Allenatore: Paolo Tofoli

 

Ace: 8, battute sbagliate: 19, muri: 10, Ricezione: pos. 43% , perf. 30%, Attacco: 47%

 

 

Arbitri:  Serena Salvati di Roma e Giovanni Giorgianni di Roccalumera