Calcio a 5 / Enotria Five Soccer Catanzaro in finalissima di Coppa Italia a Crotone

Battuto il Traforo ai calci di rigore con super Levato
06.01.2018 10:05 di Pier Santo Gallo  articolo letto 424 volte
Fonte: CR Calabria
Enotria Five Soccer Catanzaro
Enotria Five Soccer Catanzaro

Saranno il Futsal Polistena di Mister Molluso e l’Enotria Città di CZ di Mister Lombardo a giocarsi il primo titolo stagionale del futsal calabrese. Due semifinali intense, giocate fino all’ultimo respiro, una delle quali addirittura terminata ai rigori. Ottima l’organizzazione predisposta dal Kroton C5 che non ha lasciato nulla al caso, e lo spettacolo che la gente si è potuta godere ha ripagato di gran lunga gli sforzi effettuati. Nella prima semifinale tra La Sportiva Traforo e l’Enotria Città di CZ, sono i giallorossi ad uscire vittoriosi al termine dei calci di rigore. Pareggio al termine dei tempi regolamentari grazie alle reti di Rafinha per i rossanesi e di Monterosso per l’Enotria. Nei supplementari non cambia nulla: alla fine decisivo sarà il rigore di Pato parato da Levato con la successiva realizzazione di Monterosso. Nella seconda semifinale è il Futsal Polistena a gioire al termine di una partita che sembrava chiusa ma che è stata riaperta dal Kroton C5 proprio nei minuti conclusivi: 6-5 il risultato finale a favore dei reggini grazie alle doppiette di Calabrese e Varamo, e le reti di Gomes e Scopelliti. Per i padroni di casa in rete Macrillò, Gerace, Martino (2) e Zanda. Domani giornata di finali: alle ore 16:00 la finale femminile che vedrà opposte Calcio Sangiovannese ed Eagles Cz. Alle ore 18:00 la finale maschile tra Enotria e Futsal Polistena.

 

LS Traforo – Enotria Città di Cz 4-2 d.c.r. (1-1)

LS Traforo: Taibi, Cosentino E., Salerno, Buffone, Rafinha, Morrone, Cameriere, Pato, Dedè, Brunetto, Cosentino M., Mascaro. All.: Sig. Madeo

Enotria: Loprieno, Giampà, Chiaravalloti, Bianco, Carnuccio, Fasolino, Castanò, Levato, Lombardo C., Monterosso, Brandonisio, Capicotto A.. All.: Sig. Lombardo

Arbitri: Sig. Saccà Domenico e Sig. Cartisano Alessandro (Sez. Reggio Calabria) Terzo Uomo: Sig. Barcio Maurizio (Sez. Cosenza)

Marcatori: al 5’st Rafinha (LST), al 23’st Monterosso (E)

Ammoniti: Brandonisio e Monterosso (E), Rafinha (LST)

Sequenza rigori: Brandonisio (E) gol, Rafinha (LST) gol, Giampà (E) gol, Pato (LST) parato, Monterosso (E) gol

Nella prima semifinale delle ore 16 si affrontano il Traforo Spadafora e l'Enotria Città di Catanzaro. Sono i rossanesi a dettare i ritmi dell'incontro con la prima conclusione pericolosa che parte dai piedi dell'estremo difensore Taibi Prando, in una delle sue solite sortite offensive, ma Levato risponde presente. Lo stesso pipelet giallorosso è provvidenziale anche qualche minuto dopo in uscita bassa su Rafihna, apparso tra i più ispirati in campo. Al settimo minuto l'Enotria si fa viva nella metà campo offensiva con Capicotto che vede il suo tiro bloccato in due tempi dall'attento Taibi, palla dall'altra parte per Marco Cosentino e Levato devia ancora, mandando la sfera in calcio d'angolo. All'undicesimo minuto, bella trama offensiva del Traforo con Rafinha che serve Salerno, ma la palla finisce sull'esterno della rete. Appena un minuto più tardi, uno – due tra gli stessi numeri 10 e 8, ma Levato si salva ancora mantenendo invariato il parziale. Al diciottesimo è ancora il Traforo a farsi pericoloso con il nuovo acquisto Pato murato dal portiere catanzarese, dopo aver rubato intelligentemente palla ad un avversario. Quattro minuti più tardi la squadra di mister Andrea Lombardo crea due ghiotte opportunità, ma i tiri di Carnuccio ed Andrea Capicotto finiscono alti. A cinque dalla fine, l'Enotria reclama un calcio di rigore per un presunto fallo di Brunetto su Monterosso che stava calciando a rete, tutto solo davanti a Taibi, ma la coppia arbitrale lascia proseguire. Infine, prima del fischio finale, è ancora il Traforo ad andare vicinissimo al vantaggio con la conclusione del solito Taibi, che spesso funge da portiere di movimento col possesso della palla, che si vede respingere il forte tiro da Levato, poi è Buffone ad essere fermato poco prima del tap-in. La ripresa si apre con l'Enotria subito alla ricerca della porta, ma la conclusione di Giampà, da posizione defilata, non impensierisce Taibi che blocca comodamente. Al quinto minuto, il Traforo sblocca l'incontro, passaggio debole di Giampà intercettato da Rafinha che mette in rete con Levato fuori dai pali. Al nono, azione fotocopia, Rafinha ruba palla, ma stavolta Levato c'è. Dopo una conclusione di Capicotto parata in due tempi da Taibi, al quindicesimo una gran botta dello stesso portiere rossanese viene respinta da Levato che si lancia in avanti servendo Giampà che, a sua volta, calcia debolmente a lato, dopo una prima conclusione ribattuta. Al diciassettesimo catanzaresi vicinissimi al pari, schema da calcio d'angolo ed il bolide da fuori di Capicotto incoccia la parte interna della traversa toccando, poi, la linea e finendo fuori. E' solo il preludio alla rete dell'1-1 che arriva ad otto minuti dal termine grazie a Monterosso che sfrutta la ribattuta di Taibi su tiro di Brandonisio, al termine di una veloce ripartenza. Finisce 1-1 e si va, di conseguenza, ai tempi supplementari. Nel primo tempo supplementare, da annotare un'occasione per parte: Traforo sfortunato al terzo quando il diagonale di Rafinha viene deviato sul palo da un monumentale Levato; allo scadere, risponde l'Enotria con Brandonisio che calcia fuori da buona posizione sugli sviluppi di un calcio di punizione. Nel secondo extra time non succede nulla di trascendentale e la prima finalista verrà decisa dopo i calci di rigore. Dal dischetto Levato, assoluto protagonista dei 70' minuti, ipnotizza Pato, la successiva trasformazione di Monterosso vale la finale per l'Enotria (fonte calabriadilettanti.it e calabriafutsal.it).

 

Futsal Polistena – Kroton Calcio a 5 6-5 (2-0)

Futsal Polistena: Pellicanò, Scopelliti, Varamo, Quaranta, Gomes, De Cario, Calabrese, Ecelestini, De Marzo, Galatà, Sinopoli. All. Sig. Molluso

Kroton Calcio a 5: Cimino, Perrotta, Macrillò, Martino L., Zanda, Martino P.,Chirullo Terrone, Cosentino, Gerace, Russo, Federico. All. Sig. Orto

Arbitri: Sig. Michienzi Rosario (Sez. Lamezia Terme), Sig. Lamanna Marco (Sez. di Catanzaro) Terzo Uomo: Sig. Pietro Madeo (Sez. di Rossano)

Marcatori: al 5’pt Gomes (FP), al 8’pt e al 27’st Calabrese (FP), al 5’st Macrillò (KR), al 8’st e 10’st Varamo (FP), al 11’st (r) e al 30’st Martino P. (KR), al 21’st Scopelliti (FP), al 24’st Gerace (r) (KR), al 31’st Zanda (KR)

Ammoniti: Cimino, Federico(KR), Scopelliti, Calabrese e Gomes(FP)

Espulsi: al 18’pt Martino L. (KR) per doppia ammonizione

Il Futsal Polistena raggiunge l’Enotria Five Soccer nella finalissima battendo per 6-5 il Kroton, al termine di un match maschio e dagli alti contenuti agonistici. Dopo 6’ i rossoverdi trovano il vantaggio: angolo dalla destra di Calabrese per Gomes, che in piena area riesce rapidamente a girarsi e a fare secco Russo per l’1-0. 2’ dopo occasionissima per i pitagorici: fallo laterale di Macrillò a mezza altezza per Gerace, che prova ad imitare il Best goal del 2017 di Fornari con una splendida rovesciata, alta però d’un soffio. Pochi secondi dopo il Futsal Polistena raddoppia con un tiro dalla distanza di Matteo Calabrese che sorprende Russo. Prova a reagire il Kroton con Luigi Martino, che prima colpisce l’esterno della rete e poi su schema da calcio di punizione vede la sua conclusione salvata sulla linea da Calabrese. Al 17’ espulso proprio Luigi Martino per doppia ammonizione, ma il Futsal Polistena non riesce a sfruttare i 2’ di superiorità numerica. Al 22’ Russo avanza nella metà campo avversaria e scarica una violenta botta che si perde alta. Poco dopo diagonale dal limite di Calabrese, con Russo che devia in angolo con la punta delle dita. Al 25’ altro diagonale dalla destra, questa volta di Varamo, che accarezza il palo e si perde a lato. Nella ripresa incredibile girandola di gol! Il Kroton parte con più convinzione e crea diverse occasioni, in particolare con Cimino. A concretizzare la pressione dei padroni di casa è Macrillò con un bel tiro di punta che s’infila all’angolino basso. Il Futsal Polistena a questo punto reagisce da grande squadra e piazza un uno-due devastante in 2’ con Varamo, che prima spinge in rete sul secondo palo su assist di Scopelliti in contropiede e poi insacca dalla propria metà campo a porta sguarnita con Russo avanzato. Ma il Kroton è tutt’altro che piegato: all’11’ Pierpaolo Martino si procura e segna un calcio di rigore. Al 20’ lo stesso Martino centra il palo. 1’ dopo conclusione dalla distanza di Gomes e Russo c’è. Passano una manciata di secondi e Scopelliti dalla propria metà campo centra il set con Russo fuori dai pali in posizione di portiere di movimento. Al 23’ nuovo rigore per il Kroton con Gerace che non sbaglia. Sembra finita quando Calabrese dalla metà campo del Futsal Polistena trova il gol del 6-3 per la sua squadra, ma un mai domo Kroton non si arrende e prima trova la traversa con Federico e poi accorcia le distanze con Pierpaolo Martino al 60’ e Zanda in pieno recupero. Per i pitagorici non c’è però più tempo. Ad esultare al triplice fischio è il Futsal Polistena. (fonte calabriadilettanti.it e calabriafutsal.it)