Beach Soccer -  Serie Aon: Palazzolo, Ecosistem Cz e Napoli, tre squadre in lotta per gli ultimi due posti alle Final Eight

Siciliani, giallorossi e partenopei si giocano tutto negli ultimi 36’
29.07.2018 08:41 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 206 volte
Beach Soccer -  Serie Aon: Palazzolo, Ecosistem Cz e Napoli, tre squadre in lotta per gli ultimi due posti alle Final Eight

Uno scenario da cartolina come quello disegnato dal mare che s’infrange sulla spiaggia del lido campano “Varca D’Oro” di Giugliano ha fatto da sfondo a una giornata di gare strepitosa che ha esaltato la lotta per gli ultimi due posti disponibili per le Final Eight della Serie Aon.  L’accesa partecipazione della gente campana che ha affollato la “Fratelli Beretta Beach Arena” ha fatto il resto. Sugli spalti anche i ragazzi del settore giovanile del Villaricca calcio. Un turno quello del Girone B che ha ristretto a tre squadre la lotta per gli ultimi due posti disponibili alle finali: Palazzolo, Ecosistem Catanzaro e Napoli si giocheranno la qualificazione negli ultimi 36’ della fase regolare del campionato. Terracina e Domusbet ieri hanno già staccato il biglietto per le finali, domani nello scontro diretto alle 16.45 si giocheranno la prima piazza del girone B. Tutte le gare in programma domani sono state anticipate di un'ora.

I padroni di casa del Napoli sono stati protagonisti di una rimonta che ha esaltato il pubblico presente. I ragazzi di Sannino hanno battuto per 4-2 la Sicilia in uno scontro diretto emozionante grazie a un 3-0 piazzato nel terzo tempo, quello giusto. Napoli ha vinto nonostante abbia giocato per 2’ nell’ultima frazione con un uomo in meno a causa dell’espulsione di Moxedano. Proprio il capitano ha segnato il gol che ha dato il via alla rimonta, il settimo centro di Savarese ha rimesso tutto in discussione, il gol di Edu ha cambiato l’inerzia della gara, il pallonetto del campione portoghese Leo ha messo la ceralacca al successo partenopeo. Una vittoria che tiene il Napoli aggrappato ancora ad un’ultima speranza di qualificazione alle Final Eight.

Il Palazzolo fa un passo importante verso le Final Eight superando per 8-6 un’ottima Lamezia che ha combattuto fino agli ultimi istanti. Alla fine ha prevalso la maggiore esperienza dei giocatori del sodalizio siciliano, players abituati a giocare gare da dentro o fuori. Il Palazzolo ha fatto la differenza nel terzo tempo. In particolare il brasiliano Juninho ha segnato tre reti nei momenti topici del match (7 gol in A). Nel Lamezia ancora in evidenza De Nisi e Villellla (una doppietta ciascuno) e capitan Muraca (un centro), quest’ultimo già a segno sette volte.

Anche l’Ecosistem Catanzaro è vicino alla qualificazione alle finali dopo aver superato facilmente il fanalino di coda Atletico Licata con un perentorio 11-3. Tra i calabresi implacabile Perciamontani che ha sciorinato tutto il suo repertorio segnando una tripletta e salendo a quota 12 nella classifica marcatori. Bene anche Morabito e Bassi De Masi entrambi autori di due doppiette. Un ko che fa male all’Atletico Licata che retrocede matematicamente con una giornata di anticipo.

Il Terracina continua ad essere l’unica squadra del girone a punteggio pieno, sempre sulla vetta della classifica grazie all’ottavo successo, questa volta roboante, 12-6 sul ChanceBet Canalicchio. Nel primo e terzo tempo i pontini hanno fatto la differenza. Tripletta di Alla, doppiette di Duarte e Carotenuto. Il pontino e il brasiliano salgono a 12 e 11 reti in campionato. Ottavo centro anche per Wesley. Tra i siciliani Calmon continua a segnare con una regolarità impressionante, oggi poker per lui, sono 15 in Serie A.

Il DomusBet Catania con il biglietto delle finali già in tasca ha mostrato tutta la sua potenza di fuoco con l’Alpitour Villasimius che si è dovuto arrendere per 5-0. A segno tutti gli attaccanti di grido degli etnei Zurlo (due volte), Stankovic e Palmacci. I due bomber azzurri in questa serie A hanno già gonfiato la rete 20 e 10 volte, il colosso svizzero ha firmato tre reti in sole due partite.

Domani altre tre partite saranno trasmesse in diretta streaming sul sito e sulla pagina ufficiale Facebook LND beachsoccer.lnd.it e Facebook.com/LegaDilettanti.

Il palinsesto: Domenica alle 14:15 Atletico Licata-Sicilia; alle 16:45 Terracina-Domusbet Catania e alle 18:00 ChanceBet Canalicchio-Napoli.

Nella 2^ giornata della Serie B il Genova ha battuto lo Sporting Nettuno per 7-5, dopo aver superato ai rigori il Bari, e acquisito il diritto a partecipare alla prossima Serie A.

 

RISULTATI – SERIE AON

Venerdì 27 luglio

Sicilia-Alpitour Villasimius 7-5
Palazzolo-Terracina 6-7                                                      
DomusBet Catania-Ecosistem Cz 8-5
Lamezia Terme-ChanceBet Canalicchio 5-7                       
Napoli-Atletico Licata            13-2                                       

Sabato 28 luglio

Palazzolo-Lamezia Terme 8-6
Atletico Licata-Ecosistem Cz 3-11
Alpitour Villasimius-Catania 0-5
Terracina-ChanceBet Canalicchio 12-6                                           
Sicilia-Napoli 2-4                                                    

CLASSIFICA: Terracina 24 punti; Domusbet Catania 21; Palazzolo, Ecosistem Cz  e Napoli 15; Sicilia 12; ChanceBet Canalicchio 7; Alpitour Villasimius 6; Lamezia Terme 3; Atletico Licata 0

 

PROGRAMMA GARE – SERIE AON

Domenica 29 luglio

Alpitour Villasimius-Palazzolo                                              h: 13:00
Atletico Licata-Sicilia (diretta streaming)                           h: 14:15
Lamezia Terme-Ecosistem Cz                                           h: 15:30
Terracina-Catania (diretta streaming)                                h: 16:45
ChanceBet Canalicchio-Napoli (diretta streaming)             h: 18:00

 

SERIE B

Venerdì 27 luglio

Bari-Genova 7-8 dcr (5-5) (riposa Sporting Nettuno)

 

Sabato 28 luglio

Genova-Sporting Nettuno 7-5 (riposa Bari)

 

Classifica: Genova* 4 punti; Sporting Nettuno e Bari 0

*una gara in più

 

Domenica 29 luglio

Sporting Nettuno-Bari                                                           h: 10:30 (riposa Genova)